sito: http://mauriziomartino.jimdo.com/ - mail: mmartino@live.it - tel. 3381568296

Maurizio Martino - Biografia

 

E' nato a Cataforio (Reggio Calabria) nel 1954.

Nel 1971, dopo il conseguimento del diploma al liceo Artistico mattia Preti di Reggio Calabria, si trasferisce a Milano per frequentare l'Accademia di Belle Arti di Brera dove si diploma in Pittura, partecipando attivamente al clima di rinnovamento artisticoe fermento culturale promosso da grandi docenti, artisti e critici quali Domenico Purificato, Pietro Diana, Raffaele De Grada, Francesco Leonetti.

Negli stessi anni diventa titolare della cattedra di Discipline Pittoriche presso il liceo Artistico di Brera dove ancora oggi insegna.

La sua opera è stata presentata in varie mostre personali: alla Biblioteca Comunale di Reggio Calabria nel 1970, alla Galleria Morabito di Reggio Calabria nel 1983, in Germania alla Galleria Fausto Panetta e alla Deutsche Bank di Mannheim nel 1986, allo Studio Valcamonica di Vimercate (MI) nel 1987 ed alla Galleria Il Mulino di Gorizia nel 1988.

Varie anche le collettive a cui ha preso parte; tra le più importanti si ricordano: Premio Fangipane di Reggio Calabria nel 1968 e nel 1969, Premio città di Reggio Calabria Teatro Comunale nel 1973 e 1974, "Dieci Anni di Brera", Villa Malpensata, Lugano nel 1978, Quadro Giovani alla Galleria San Fedele di Milano nel 1979, "I Mediterranei" a Milano, Roma, Ulmdonau (Germania) nel 19686-'87-'88, alla Biennale d'arte contemporanea di Monterosso Calabro (Vibo Valentina) nel 1992, alla Biblioteca del Castello Sforzesco di Milano nel 1998, alla Società delle Belle Arti Casa Dante Alighieri di Firenze nel 1999, alla Fiera del Levante expoarte "2000 segni di pace", a Bari, allla Fiera d'arte "Immagine" di Reggio Emilia nel 2000.

Nel 2001 a Reggio Calabria gli viene conferito il premio "Anassillaos" per le arti figurative. Partecipa nel 2001 alla mostra "Naturarte" organizzata dal comune di Lodi.

Nel 2001: "Ema" associazione culturale Arte Giappone successivamente presentat a Tokio e Hosaka, rassegna nazionale "Bice Bugatti" Libera Accademia di Pittura del comune di Nova Milanese.

Nel 2002 espone un'opera al Museo della Permanente di Milano nell'ambito della rassegna "Arte da mangiare - Mangiare Arte".

 

Colore nel colore

 

Il modo di operare di Martino è legato esclusivamente in modo particolare alle risorse tecniche della pittura classica con spirito e cuore dell'artigiano silenzioso e geloso, gelosissimo della sua pittura fortemente voluta.

Martino lavora quando è ispirato e cerca di vedere i quadri nelle loro esatte dimensioni, ossia all'antica anti pop e extra.

Non dimentichiamo che a volte la pittura è fragile come l'amore. Martino liscia il colore con il pennello di martora laboriosamente e dolcemente come il fantino che accarezza con amore il collo ancora schiumoso e fremente del purosangue che ha vinto.

C'è il bel gesto fluente del pennello che oggi va scomparendo. E' artista che tiene sempre a disposizione tubetti usati dai pittori en plein air come verde opalescente, rosso rubino, lilla dei colichi, nero opaco, bianco batista, verde bottiglia, per immagini facili da capire subito e da respirare bene. Poussin sosteneva che "i colori sono come le lusinghe che persuadono gli occhi, come la bellezza dei versi nella poesia". I colori accesi di Martino sono la salute del quadro; la vita stessa. Una volta mi ha detto "con le nubi il cielo è più cielo"; per questo nelle sue opere c'è luce greca.

Testo di Osvaldo Patani